PUBBLICAZIONI / Locus Solus: L'immaginario dell'isteria / 2005, n. 3


Collana Locus Solus

Daniele Giglioli, Alessandra Violi (a c. di)

Locus Solus (3): L'immaginario dell'isteria, Bruno Mondadori, Milano 2005
Contributi di E. Bronfen, A. Castoldi, D. Giglioli, E. Grazioli, M. Lavagetto, M. Pakman e P. Barbetta, M. Recalcati, A.Violi

Pagg. 160
ISBN 978884249683
Euro 18.00

I contributi raccolti nel volume esplorano il fenomeno dell'isteria attraverso molteplici prospettive, che vanno dagli studi di genere (E. Bronfen) alle contaminazioni fra arte e medicina nella cultura ottocentesca (A. Violi), fino ai “travestimenti” dell'isteria nel soggetto anoressico (M. Pakman e P. Barbetta) o nell'ambiguo ethos coloniale (D. Giglioli), mostrando come l'immaginario isterico giunga a farsi cifra dell'arte moderna e delle sue contraddizioni. Nel suo intervento, Mario lavagetto rintraccia, sulla scorta di Freud, alcuni dei nodi tipici della finzione e della simulazione letteraria. Alberto Castoldi interpreta nel suo saggio l'isteria di Artaud come fondatrice di quella scrittura del corpo originario che ha sfidato il sapere contemporaneo, approdando tuttavia anche agli esiti estremi (Body Art, Azionismo) su cui si sofferma, in un'ottica lacaniana, Massimo Recalcati nel suo contributo. Elio Grazioli dedica invece una riflessione all'isteria del mezzo fotografico incaricato di fissare le celebri pose delle isteriche di Charcot, in parte riprodotte nel dossier iconografico che correda il numero.

INDICE
Il linguaggio dell’isteria: una riappropriazione indebita dei racconti dell’Altro (E. Bronfen)
Il corpo delle meraviglie: l’isteria e i fantasmi della sensibilità (A. Violi)
«Anorexia hysterica». Identità e qualità fuorvianti nella comunicazione umana (P. Barbetta e M. Pakman)
L’isteria di Ulisse (D. Giglioli)
«Ça n’empêche pas d’exister». Intervista a Mario Lavagetto su isteria e letteratura (a cura di D. Giglioli)
Artaud e il testo isterico (A. Castoldi)
Al di là del corpo isterico: l’acting-out dell’orrore. Note sul corpo nella clinica e nell’arte contemporanea (M. Recalcati)
Fotografia e isteria (E. Grazioli)
Nelle pieghe dell’isteria (A. Castoldi)